Bilancio economico in ripresa, tanti progetti per aperture nel retail e negli aeroporti, consolidamento nei mercati in cui è già diffuso ed ingresso in nuovi Paesi, nonché una brand extension con l’ingresso nel mondo del Living. Questi sono alcuni dei progetti e dei risultati già concretizzati o in via di sviluppo dai nuovi proprietari di Antica Murrina, storico marchio di gioielli artigianali in vetro di Murano nato nel 1960, che lo scorso maggio hanno comprato l’80% dell’azienda Antica Murrina Venezia S.r.l., mentre la vecchia proprietà, ovvero la famiglia Voltolina, ha mantenuto il 20% delle quote.
Il nuovo management trevigiano alla guida del marchio di origine veneziana (uno dei più noti di un distretto produttivo fra i più antichi d’Italia, essendo nato nel 1291 con un’ordinanza della Serenissima) è composto da Fabiana De Angelis, già in azienda dal 2009, che è diventata la responsabile commerciale, marketing e prodotto di Antica Murrina Venezia, e da Andrea Scarparo, proprietario della Gajo & Associati di Treviso (società di selezione del personale molto importante nella marca trevigiana), e specializzato in operazioni di riorganizzazioni e ristrutturazioni aziendali con la società H.R.S., che è l’amministratore unico della società.
“Il nostro obiettivo è rendere Antica Murrina Venezia il principale polo della fashion glass jewelry”, dice a FashionNetwork.com Fabiana De Angelis. “Le nostre perle così imperfette, diverse una dall’altra perché create a mano dagli artigiani muranesi, e per questo uniche, sono diventate il focus dal quale partono i nostri concetti, le nostre creazioni, le nostre comunicazioni, i nostri concept di campagna. Nel corso degli anni l’azienda si è ritagliata uno spazio sempre più importante all’interno della gioielleria fashion oriented. L’obiettivo è quello di consolidare e rafforzare questo posizionamento”.
Lo sviluppo del retail sarà “importante”, come lo definisce la De Angelis, e ha già comportato l’apertura di 2 monomarca nel 2018 (a Siracusa, nell’Isola di Ortigia, e a Lecce questo mese), “che per avere una buona redditività con l’offerta che proponiamo oggi non superano i 20-30 metri quadri”, dice la De Angelis, e di un corner inaugurato sabato scorso nella Stazione Centrale di Treviso; ma sono previste ulteriori 10 aperture entro il 2019, tutte in Italia, per consolidare il mercato domestico.
L’azienda sta lavorando molto per incrementare la sua presenza nel Travel Retail, in particolare negli aeroporti, grazie a partnership con grossi player, soprattutto il gruppo francese Lagardère, che 4 anni fa ha acquisito la concessione di Aeroporti di Roma. “Un canale che nei prossimi anni dovrebbe portarci all’apertura dei primi monomarca. Intanto siamo presenti in tutti i duty free dello scalo romano, compreso l’avancorpo, e saremo presenti anche nel terminal di prossima apertura. Stiamo crescendo con Lagardère, grazie al quale siamo presenti anche negli scali di Bergamo, Bari, Palermo e Treviso, mentre a Venezia abbiamo un monomarca diretto”, afferma la responsabile commerciale, che ricorda come da luglio sia anche attivo l’e-shop di AMV.

Antica Murrina punta sia al mercato italiano sia a quelli esteri, nel wholesale e nel retail. La sua distribuzione in Italia, dove è presente nel canale delle gioiellerie multibrand, nei negozi di articoli da regalo e in quelli fortemente caratterizzati dalla vendita di regalistica in vetro di Murano, conta circa 1.400 punti vendita; all’estero il marchio è venduto in circa 1.100 multimarca di 600 clienti. I corner Antica Murrina in Italia sono circa un centinaio, mentre all’estero se ne trovano 15 in Grecia (più grandi di quelli italiani), molti dei quali non gestiti direttamente, ma in concessione all’interno dei mall della catena Notos Gallery, e una ventina in Francia. “E pensiamo di aprire dei corner anche nel mercato spagnolo nel prossimo futuro”, continua la dirigente.

Ma non solo. Fabana De Angelis ricorda che: “Abbiamo consolidato il mercato francese e quello spagnolo, con nuovi partner distributivi, abbiamo chiuso accordi con un noto retailer in Giappone e stiamo riqualificando la distribuzione anche in Grecia, nazione sulla quale stiamo puntando molto e dove i corner sono collocati in destinazioni chiave per il turismo di massa, come Santorini, Mykonos, Creta dove sono già 3, ma il prossimo obiettivo saranno gli Stati Uniti”.
AMV si rinnova anche nei prodotti, aprendosi al mondo del Living con linee di lampade e profumatori d’ambiente. “Questa operazione aprirà nuovi orizzonti fornendo ad Antica Murrina Venezia una forte riconoscibilità anche nell’Home Design, consentendoci di aprire nuovi canali e quindi di incrementare il fatturato aziendale, di cui siamo riusciti a fermare la discesa”, sottolinea la manager, “tanto che i risultati dell’ultimo semestre sono stati in linea con le attese; chiuderemo infatti il 2018 a un +5%, con l’obiettivo nei prossimi 3 anni di crescere del 30%”.

Nelle linee di gioielli di Antica Murrina Venezia sono comprese anche proposte maschili, nelle quali il vetro si fonde con altre materie ricercate come l’acciaio, la pietra lavica e le pietre dure, mentre le proposte di Antica Murrina nell’Home Design sono principalmente le lampade “Sun Lamp” e le nuovissime profumazioni d’ambiente racchiuse in raffinate ampolle, che escono in questi giorni nei negozi, realizzate con essenze create ad hoc per il brand. Entrambe queste linee di prodotti uniscono le moderne tecnologie dei LED alla tradizione dell’arte vetraria muranese.